• Giovanni Pozzuoli

Tecniche avanzate di aumento della velocità su Wordpress (2)



Continuiamo la nostra indagine sulle possibilità di WordPress in termini di accelerazione del caricamento della home page del sito. Intanto, come si diceva nel precedente articolo, se cerchi un ambiente di progettazione di siti web che sia allo stesso tempo facile da usare e conveniente, WordPress è sicuramente la scelta migliore per chiunque. Ma, il tutto avviene, come in tutte le cose, se il sito è ottimizzato, altrimenti, il suo tempo di caricamento lento sarà una seccatura per gli utenti.

Quindi, analizziamo come procedere per migliorare la velocità di un sito WP. Si tratta in questo caso di passaggi più semplici e immediati di quelli analizzati nel precedente articolo, quindi non sarà necessario un gran lavoro di codifica; si tratta quindi più che altro di accortezze. 

  1. Scelta corretta del servizio di hosting

Il servizio di hosting è il cuore pulsante del tuo sito. Può essere veramente decisivo, al di là del resto, nella configurazione opportuna o meno degli accessi al sito. Ad oggi, nel 2020, esistono una infinità di soluzioni di hosting, per cui districarsi fra di esse può essere veramente complicato. Ma intanto, cerchiamo di individuare a cosa serve un servizio di questo tipo. Il servizio di hosting ha lo scopo di mantenere in rete il contenuto del nostro sito, e non è né più né meno che un noleggio di uno spazio di un disco fisso in un PC. In questo spazio, risiedono i file delle immagini e del codice che gestiscono l'accesso al sito, i file PHP, i CSS, il codice JavaScript. Di base, quindi, il servizio sarebbe molto semplice: in realtà, "incastrare" tutti i pezzi che alla fine daranno il sito finale con tutti i suoi accessi correttamente gestiti non è per niente scontato.  

La velocità, quindi, è il risultato totale di tutta una serie di passaggi che il fornitore del servizio di hosting deve seguire. Quindi una buona scelta dell'hardware, ma non è solo questo, chiaramente; poi si passa alla scelta degli incroci corretti del sistema operativo con i vari software di gestione (come per esempio, WordPress), e poi anche i plugin necessari al funzionamento del tutto. Esistono, come si diceva, una quantità ampia di fornitori di tale servizio: un esempio è wix.com, che, a differenza degli altri, fornisce anche una serie molto ampia di strumenti per la gestione immediata del sito, ma che, di converso, non permette una personalizzazione spinta del servizio. Infatti, su Wix NON è possibile caricare strumenti esterni come WordPress, perché il servizio fornito comprende già la piattaforma proprietaria di codice JavaScript, che poi consente di programmare il proprio sito, gestire un blog come questo e molte altre cose. Inoltre, possiede un linguaggio proprietario, con cui creare delle modifiche al codice di base.

Invece, il servizio di siteground.com , altro sito di hosting, è totalmente diverso. Intanto, consente di installare e gestire diversi CMS (Content Management System), tra cui WordPress, ma anche Joomla e Drupal. Poi, permette, con un solo abbonamento, di avere a disposizione molti più siti, e quindi di ospitare molti siti diversi. Inoltre, si possono anche creare con una certa facilità dei sottodominii che poi magari contengano delle versioni di prova di altre installazioni. In termini di velocità, è sicuramente uno dei servizi più performanti.


2. Ottimizza la gestione dei plugin


Come appare evidente, far coesistere diversi strumenti e plugin tutti nello stesso ambiente diventa piuttosto problematico. Per questo motivo, è altamente raccomandato di non esagerare nell'installazione di questi, ma di fermarsi allo stretto necessario; ogni plugin, infatti, comporta uno spreco di risorse che poi si rivelerà nell'accesso al sito da parte dell'utente. Quindi, è buona norma evitare di sovraccaricare il sito con molte funzionalità, pena l'effetto contrario, cioè l'essere trascurati dai visitatori per il tempo eccessivo di caricamento. Un plugin, però, merita un discorso a parte, e cioè P3 Plugin Profiler (che però ad oggi non è più aggiornato da almeno cinque anni), o ancora meglio F12 Profiler, che una versione molto più recente, e soprattutto testata con l'ultima versione di WordPress. Questo plugin consente di analizzare tutte le installazioni presenti sul sito, al fine di individuare quelle più onerose, in termini di tempo e risorse. Di conseguenza, il tutto consente poi di ridurre il tempo di caricamento del sito.


3. Usa la cache di WordPress


La cache del sito permette di offrire, ai visitatori del sito, la versione memorizzata della pagina richiesta, che è la copia esatta della pagina originale. Perché fare questo? Si deve notare che le pagine offerte agli utenti sono ottenute tramite un complicato gioco di parti, dove si allacciano insieme tutte le componenti che sono installate nel sito. In particolare, sono le pagine di codice PHP quelle che poi trasmettono all'utente il contenuto richiesto. Una volta che queste pagine, però, sono state prodotte, possono essere memorizzate, nel caso in cui siano sempre uguali (pensiamo ai prodotti di un e-commerce, che magari variano di poco di giorno in giorno ma non più frequentemente), e lo saranno in una cache. Per gestire e girare i contenuti della cache al visitatore, si deve usare un plugin, come ad esempio, W3 Total Cache.


4. Ridimensionare le immagini presentate


Immagini troppo pesanti, soprattutto in home page, ne limitano fortemente il download e quindi danno origine poi a pagine troppo difficili da caricare e da gestire per l'utente che vi accede. Infatti, uno dei criteri base da seguire a questo scopo è usare dei plugin allo scopo, cioè di ridurre la dimensione dei file delle immagini. In genere, è molto meglio usare formati di file come il JPEG, che in modo nativo implementano una riduzione della dimensione. Si tratta cioè di file leggeri per come vengono compressi, mediante un algoritmo che poi gli consente di mostrare immagini praticamente sempre accettabili in qualità riducendone lo spazio su disco. Di conseguenza, il download è analogamente ridotto, e quindi il tempo di accesso alla pagina.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti