• Giovanni Pozzuoli

Ricerca delle parole chiave per la SEO: 5 punti chiave



Le parole chiave corrette per il tuo sito è uno dei primi passi nella creazione di una campagna di SEO marketing profittevole. In questo post, tratteremo della ricerca di parole chiave, perché è importante, come farlo funzionare per te e tutti quei fondamenti che daranno una marcia in più alla tua campagna SEO con approfondimenti sulla ricerca di parole chiave. Introduciamo alcuni passaggi obbligati allo scopo.


  1. LA RICERCA DELLE PAROLE CHIAVE IN....POCHE PAROLE

La ricerca per parole chiave è il processo mediante il quale si evidenziano quali sono le ricerche che gli utenti fanno, nei motori di ricerca, per trovare te o i tuoi concorrenti (infatti, cosa da non sottovalutare, il contributo dei concorrenti alla ricerca anche del tuo prodotto non è da sottovalutare). Quindi, come stanno cercando gli utenti le loro e tue informazioni, quali parole usano, quali frasi usano? Comprendere tutto ciò può aiutarti in questo processo di scoperta delle parole chiave. L'intenzione del tuo utente è il motivo alla base della query: perché stanno cercando, è stata fatta una domanda o forse si tratta di acquistare qualcosa? È una interrogazione specifica, su un preciso argomento, oppure si cerca qualcosa di più ampio? Una volta compreso come i tuoi utenti ti stanno cercando, avrai solamente il punto di partenza per scegliere correttamente le parole chiave: a questo punto, infatti, è tempo di renderli specifici per il tuo marchio e di ottimizzare i tuoi contenuti di conseguenza, per avere l’accelerazione necessaria al tuo sito sulla Search Engine Result Page


2. COME SI USANO LE KEYWORD NELLE RICERCHE?


Il motore di ricerca è il collegamento tra i tuoi contenuti, il tuo sito e ciò che il tuo utente sta cercando, le parole chiave che sta usando, in altre parole la sua query di ricerca.

Le parole chiave sono le parole che gli utenti cercano per trovare ciò che vogliono, ma non sono mai isolate, ma piuttosto intrecciate in una interrogazione più completa, che può essere una sola parola ma anche una frase più complessa. Ce ne sono fondamentalmente di tre tipi:

a) parola chiave short tail: di solito solo una o due parole, come: pantaloni per fitness. Non molto specifico, piuttosto generico e con un enorme volume di ricerca;

b) parola chiave medium tail: di solito tre o quattro parole, come: pantaloni fitness per maschi. Questo è un po 'più specifico con meno volume di ricerca.

c) parola chiave long tail: di solito quattro o più parole, come: pantaloni da fitness francesi di alta qualità per ragazzi. Questa ricerca ha più dettagli e il volume di ricerca è al minimo.

Non lasciare che le parole chiave short tail ti attirino in base al loro volume di ricerca: la concorrenza è altissima. Essere specifici con il tuo marchio ti aiuterà a lungo termine. Quando crei una strategia per le parole chiave b) e c), automaticamente soddisfi la quota delle parole chiave a), quindi ti classificherai per tutte e tre le categorie!

Ora che hai appeso le categorie di parole chiave, discutiamo i tre tipi di query di ricerca con cui la ricerca sarà condotta. Secondo uno studio della Penn State University, abbiamo tre tipi di query di ricerca:

di navigazione (una query "go"): questo accade quando qualcuno, ad esempio, ti parla di una nuova caffetteria che si è appena aperta e digiti quel nome nella barra di ricerca per trovare il loro sito web;

informativa (una query "know"): questa si verifica quando stai cercando una risposta a qualcosa, come ad esempio: come cambio una gomma;

transazionale (una query "do"): quando sei pronto per completare un'azione, un acquisto ecc., ma chiedi al motore di ricerca qualcosa del tipo: dove posso ottenere il miglior prodotto al prezzo più economico?


3. OTTIMIZZATI PER LA RICERCA VOCALE


Poiché l'evoluzione della SEO è costante e in atto, è importante rimanere al corrente di tutti questi cambiamenti, e questo vale anche per la ricerca di parole chiave.

Si prevede che entro il 2020 più della metà delle ricerche sarà condotta tramite ricerca vocale: cosa significa questo per la tua strategia di ricerca per parole chiave? Significa che hai un altro modo per raggiungere il tuo pubblico. E questo è fantastico per te: devi solo sapere come farlo accadere.

Infatti, prova a immaginare come porresti la domanda a un assistente vocale qualsiasi (Siri / Alexa / Cortana); nel contempo pensa a come digiteresti la stessa query nella barra di ricerca. Vedi la differenza? Non dici "Siri, pantaloni da yoga", vero? Ovviamente no. Poni le sue domande long tail, del tipo, "Siri, dove posso trovare pantaloni da fitness di alta qualità realizzati in Italia?" In definitiva, parli esattamente come a un essere umano, non a un robot. Quindi, è bene che il tuo sito sia già ottimizzato per un modo più naturale di parlare: avere contenuti pertinenti è molto importante, ma lo potrebbe essere anche avere già le parole chiave in linguaggio naturale che ti aiuteranno nell'ottimizzazione della ricerca vocale. Questo potrebbe distinguerti dalla concorrenza.


4. SUGGERIMENTI PER LA LISTA DI PAROLE CHIAVE


Intanto, partiamo dalla base. Per cominciare, chiaramente, pensa al seguente elenco mentre inizi a compilare le parole chiave:

Nome della ditta

Prodotti

Servizi

soluzioni

Termini del settore

Problemi che i clienti stanno cercando di risolvere

Quale pensi possano essere alcune eccellenti parole chiave per farti trovare dagli utenti? Dopo averlo capito, cercale su Google. Cosa succede? Ti appariranno siti web con offerte simili alle tue, con contenuti che il TUO cliente potrebbe trovare utili. Di conseguenza, dai un'occhiata a questi siti e guarda le loro parole, osserva cosa si adatterebbe al tuo marchio, ma che al momento non stai utilizzando? Prendila senza indugi, se è così.

L'obiettivo è lasciare che i tuoi concorrenti facciano il lavoro per te.

Anche se puoi sicuramente utilizzare la concorrenza per la progressione delle parole chiave, non devi assolutamente fermarti qui. È tempo, chiaramente, di ampliare e rafforzare tale elenco in modo da poterli superare.

Dopo aver esaminato i siti che meglio si adattano al tuo marchio, prenditi il tuo tempo e scopri altre parole chiave da testare, dai un'occhiata anche ai tag del titolo della concorrenza per informazioni dettagliate. Questo ti porterà lungo la strada giusta fin dall'inizio. Inoltre, non sottovalutare i risultati della ricerca a pagamento che compaiono: in realtà, puoi trovare anche lì dei notevoli benefici.


5. UTILIZZO DI GOOGLE KEYWORD PLANNER


Dopo questa indagine, è bene usare alcuni strumenti di ricerca delle parole chiave, che però sarebbe bene che siano gestiti da un professionista del settore. Quindi, contattaci subito, saremo lieti di fornirti un preventivo per questa fase del tuo progetto online!


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti